biografia

English | German

“Elisabeth scrive canzoni chelisabethcutler-bn-600e presentano scorci intelligenti e introspettivi attraverso una lente musicale multicolore … una squisita chitarrista e un’ottima arrangiatrice.”
Guitar Player Magazine

In un mondo abbagliante nel quale si corre sempre e si pone poca attenzione a tutto, Elisabeth Cutler emerge come uno dei rari artisti che offrono emozioni intime, oneste e sofisticate nelle sue canzoni e nei suoi concerti.

Nel nostro mondo frenetico, Elisabeth Cutler è una dei rari artisti in grado di comunicarci, con le sue canzoni e performance, emozioni intime, oneste e sofisticate

Vive in Italia e, negli ultimi dieci anni, ha percorso in tour l’Europa in lungo e in largo.

Nata e cresciuta in Nord America, Elisabeth ha affinato il suo stile musicale a Boston, sua città natale, e poi a Nashville. Ispirandosi al lavoro di grandi artiste contemporanee come Joni Mitchell, Diana Krall e Norah Jones, Elisabeth ha forgiato un suo stile unico e molto personale che miscela sapientemente elementi di jazz, folk e blues.

I critici descrivono Elisabeth come un’artista dinamica in grado di controllare la scena in maniera sincera e coinvolgente, oltre che con grande onestà. Nel corso degli anni ha calcato i palcoscenici di locali e festival prestigiosi e molto diversi fra loro come il Bitter End, il CBGB, il Festival del jazz di New Orleans e il Kerrville Folk Festival.

“Un pop acustico intelligente e molto curato … il suo particolare punto di vista. Un suono maturo e profondo grazie ad arrangiamenti eccezionali … sperimenta forme e colori musicali piuttosto che aderire a formule precostituite … melodie meravigliose e potenti.”
Michael McCall – The Nashville Scene

Polishing Stones (2015 marzo, Beste! Unterhaltung) è il suo più recente lavoro. Lo ha creato nella sua casa sulle colline appena fuori Roma e contiene undici nuove composizioni. Registrato e ingegnerizzato dal produttore Filippo De Laura (Slow Release 2009) nel suo studio di Roma, in collaborazione con One E Music Studio, Polishing Stones rispecchia la vita sentimentale di Elisabeth in Europa; in breve racconta i ritmi e le vicissitudini della vita e dell’amore.

La voce calda e attraente di Elisabeth e la sua abilità come chitarrista emergono chiaramente in queste sue nuove canzoni. Insieme i suoi amici e colleghi musicisti del sud e del nord Europa, Elisabeth trova il suo ritmo ideale e lo allaccia alle emozioni, grazie ai perfetti arrangiamenti di De Laura. Il panorama musicale che ne emerge supporta e mostra la forza naturale e la dolce vulnerabilità dell’artista; il risultato è splendido e sorprendente. Polishing Stones è allo stesso tempo istintivo e pieno di carattere, toccando i temi della pazienza e della tranquillità della solitudine, disseminate però di sensuali e ardenti espressioni d’amore.

Come dice Elisabeth, “Sento che il suono e gli arrangiamenti di Polishing Stones riflettono sia il mio amore per la chitarra e per gli strumenti a corde, che la mia curiosità nei confronti delle più varie culture e il mio interesse nelle romantiche disposizioni dell’animo umano. Abbiamo cercato di creare un dialogo interessante tra gli strumenti. Questo album è stato registrato a Roma in tempi relativamente brevi e con l’obiettivo di trasmettere un senso di spontaneità assoluta, affinché i risultati fossero il più possibile vicini al concerto dal vivo. Questo, per poter rispondere a quella che è la richiesta maggiore del momento. Sono veramente molto felice e assolutamente soddisfatta del lavoro svolto a fianco del produttore Filippo De Laura e degli altri tre musicisti che hanno collaborato alla realizzazione di Polishing Stones.

Discografia:

  • Polishing Stones (2015 Beste! Unterhaltung), prodotto da Filippo De Laura
  • Slow Release (2009 Tre Lune Records/EGEA), prodotto da Filippo De Laura
  • Hurricane of Change (2002 Inbetweens Records), prodotto da George Marinelli, Jr.
  • Tower of Silence (2000 Pandora Records), prodotto da George Marinelli, Jr.
  • Bury the Ghost (1996 Rain Records), prodotto da Johnny Pierce
  • Elisabeth Cutler (1993), prodotto da Johnny Pierce

Nel 2008 Elisabeth ha avuto l’opportunità di collaborare, con Filippo De Laura alla realizzazione di quattro canzoni della colonna sonora del film Ultimi Della Classe (produzione Warner Brothers Italia), firmandone i testi.

Elisabeth Cutler utilizza strumenti e apparecchiature della Parker Guitar Company, Fishman Transducers e corde D’Addario.

 

Pin It on Pinterest

Share This